Login »Nick: Pass:
Twitter
Facebook

A Tavola incontra Gianluigi Beccaria nella rubrica “Tre domande a”: un viaggio ideale attraverso le “parole del cibo”

Infaticabile esploratore della lingua e della letteratura (da Cervantes a Gadda, da Folengo a Joyce, da Belli a Calvino), Gianluigi Beccaria ha scelto di mettere in tavola le parole del cibo e intorno al cibo. “Il nome può segnare un’identità, rilevare uno status symbol, richiamare un dialetto, una regione, un luogo, identificarsi con un territorio. Con la scrittura si sentono a parole nuovi sapori, si sorseggia due volte un vino, si mangia due volte un piatto. Le parole ricucinano il tutto”. Così ci ha raccontato il celebre linguista presentando il suo ultimo lavoro edito da Garzanti: “Misticanze. Parole del gusto, linguaggi del cibo”.

Questo e molto altro ancora nel numero di Settembre di A Tavola in edicola questo mese.

 

 

Contatti Ufficio Stampa

045 584525

ufficiostampa@atavola.eu

Comunicato di Avatar di atavolaatavola | Pubblicato Lunedì, 20-Set-2010 | Categoria: Arte-Cultura
Portale automobilistico
Elenco e offerte Terme

Reazioni:

Voto medio

2.00

1 VOTO

Iscriviti per poter votare questo comunicato o pubblicarne uno a tua volta.
 

Iscriviti

Iscriviti
Iscrivendoti potrai inserire nuovi comunicati, votare i comunicati altrui e gestire i tuoi post ed il tuo profilo senza limitazioni.
Clicca qui o sull'immagine per aggiungerti
Versione Mobile